Questione di saggezza…

Questione di saggezza...

Queste foto la trovo meravigliosa: una fila ininterrotta di uomini non più giovanissimi, con la loro bella zucca pelata in mostra! Ormai da un po’ di anni, quasi dieci, di questa categoria ne faccio orgogliosamente parte anch’io. Fu un’amica a consigliarmi di “darci un taglio”, a zero o quasi, per ovviare ad una incipiente calvizie e per evitare il tremebondo effetto “riporto”. Io, ormai, non ci faccio più caso. Certo rimpiango un po’ i bei capelli andati e con un po’ di invidia invito i possessori di un bel bulbo ancora ben nutrito a farne... Read More.

TUTTI…IN ONDA!

TUTTI...IN ONDA!

Un nuovo programma, stavolta a Modena: il bravo giornalista e presentatore da metà settembre conduce la parte informativa di “In Onda”, trasmissione di attualità e intrattenimento…in onda tutti i giorni – dal lunedì al venerdì – dalle 9 del mattino fino alle 13. Rassegna stampa, news, ospiti, collegamenti in diretta e tanta musica, con lo speaker Max Casale. Ci divertiamo e vi teniamo compagnia…da veri animali da compagnia! Dove ci potete vedere? In Emilia-Romagna, su Tv Qui, canale 19 del telecomando. Per tutto il resto del mondo, andate sul sito www.tvqui.it.... Read More.

Maestro e allievo?

Maestro e allievo?

Questa è proprio una bella foto: ce l’ha scattata il mitico collega Andrea Rughetti sugli spalti dello stadio Alberto Braglia di Modena, durante il derby con la Reggiana, vinto dai granata per 2-1. In questa istantanea, che ferma proprio un istante del nostro commento televisivo in onda su Tv Qui, siamo raffigurati il sottoscritto e il bravo collega Andrea Lolli. Qualcuno ci ha scherzato sopra: il maestro e l’allievo? E soprattutto: chi è il maestro e chi l’allievo? A parte la considerevole differenza d’età, almeno una era geologica di giornalismo, nessuno è maestro... Read More.

Storia ed…eutanasia di una legge. Ma nel resto del mondo…

Storia ed...eutanasia di una legge. Ma nel resto del mondo...

 In Italia eutanasia e suicidio assistito sono illegali. Il 21 dicembre 2012 viene depositata in Cassazione una proposta di legge dal partito radicale. La prima firmataria fu Mina Welby, co-presidente dell’associazione Luca Coscioni. Viene poi avviata la campagna «Eutanasia Legale» che raccoglie – e deposita in Parlamento – 67 mila firme. «Il Parlamento non dovrebbe ignorare il problema delle scelte di fine vita ed eludere un sereno e approfondito confronto di idee sulle condizioni estreme di migliaia di malati terminali in Italia» scrive nel 2014 l’allora presidente della... Read More.

FAR WEST VIRTUALE: SERVE UNA REGOLAMENTAZIONE SU DIFFAMAZIONE E PRIVACY

FAR WEST VIRTUALE: SERVE UNA REGOLAMENTAZIONE SU DIFFAMAZIONE E PRIVACY

Non si può più andare avanti cosi: non si può più fare a meno di una regolamentazione del “Far West” virtuale dei social network. Lo impongono ormai i dati-monstre delle piattaforme più famose: ogni secondo su Facebook vengono pubblicati 50mila post, mentre su Twitter sono oltre 300mila i tweet e su YouTube vengono caricare oltre 85 ore di video! In mezzo a questo “mare magnum” ci sta di tutto, anche il peggio: dagli insulti ai politici di turno, fino agli sberleffi e al cyberbullismo, di cui può essere vittima un adolescente, ma anche una donna di 31 anni, come la... Read More.

Una pacata opinione sul linciaggio della Raggi……

Una pacata opinione sul linciaggio della Raggi......

di Luca Bottura Non fosse grottesca, la caduta dal pero di Virginia Raggi sull’attenzione dei reporter sarebbe paradigmatica*. Simboleggerebbe perfettamente, cioè, la doppia morale grillina per cui tu puoi permetterti di mandare a fare in culo per quasi un decennio chiunque non la pensi come te, utilizzando – nel nome di una investitura divina – qualunque tipo di agguato semantico, forzatura, invenzione, complotto. Senza chiedere scusa mai. Puoi abusare delle credulità popolare indicando obiettivi da sottoporre alla lapidazione in ogni luogo e in ogni blog. Puoi alludere alle prestazioni... Read More.

SE LA SATIRA NON ABITA PIU’ QUI, ABOLIAMOLA.

SE LA SATIRA NON ABITA PIU' QUI, ABOLIAMOLA.

Sono passati alcuni giorni, ma la vergogna delle vignette di Charlie Hebdo sul terremoto in Centro Italia è ancora forte. Sono stati milioni gli italiani che, sui social network, si sono sentiti “feriti” da quei disegni di cattivissimo gusto, fatti da un giornale che – dopo quelli che gli è accaduto nel gennaio del 2015 – avrebbe dovuto già capire da un pezzo che non è più il caso di scherzare con i morti. I propri e quelli degli altri. Un’ondata di indignazione ha attraversato tutto il paese, facendoci dimenticare che noi eravamo gli stessi che mettevamo la foto... Read More.

FERTILITY COSA??? LA LETTERA DI UNA DONNA CHE VORREBBE DIVENTARE MAMMA, MA….

FERTILITY COSA??? LA LETTERA DI UNA DONNA CHE VORREBBE DIVENTARE MAMMA, MA....

Caro Ministro Lorenzin, Sono una neo mamma 31enne che ha deciso di fare un figlio per pura incoscienza. Perché bisogna essere incoscienti per fare un figlio oggi, nell’Italia che voi state governando. Ho finito il liceo e preso una laurea per avere più possibilità. Non ne ho avute. Allora ho fatto un master per distinguermi da quei millemila studenti con i quali condividevo il titolo di studio. Non è cambiato granché. Ho compiuto i 26 anni che avevo all’attivo una laurea, un master e 3 stage, perché gli stage temprano, fanno imparare, sono una possibilità. Così ci dite. Dite... Read More.

Lassù, un incontro tra chi sa far ridere…

Lassù, un incontro tra chi sa far ridere...

Frankenstein Junior (Gene Wilder) e Igor (Marty Feldman).   »View More

GIORNALISTI RAPACI?

GIORNALISTI RAPACI?

In questi giorni frenetici scanditi dal terribile terremoto in Lazio e nelle Marche, in particolare nelle province di Rieti e Ascoli Piceno, oltre che dalle testimonianze di solidarietà e dalle raccolte fondi per le popolazioni colpite, i social network – e i loro leoni da tastiera – hanno sguazzato nel torbido, prendendosela con i cosiddetti “giornalisti rapaci”, quelli cioè che si recano sul posto di una tragedia con l’unico intento di carpire emozioni e lacrime alle sfortunate vittime. In tanto hanno scritto “ma che domanda è: come si sente?”. Non... Read More.